domenica 30 giugno 2013

Io sono il Brujo: il booktrailer


video


Io sono il Brujo - Confessioni di uno stregone
Stefano Fantelli (Mezzotints Ebook)
Prefazione di Gianluca Morozzi
Disponibile su tutte le librerie on line al prezzo di € 1,99

domenica 23 giugno 2013

Bloodymilla: E se Lady Oscar fosse stata scritta da Mary Shelley?




Raccontarsi storie terrificanti alla luce fievole di una torcia elettrica tascabile è molto divertente e un minimo nostalgico, fa molto film horror very anni 80 old style, ma sparare a raffica progetti editoriali ambiziosi è davvero impagabile. Noi comunque abbiamo fatto entrambe le cose, in una torrida serata estiva, complice un pessimo collegamento Internet. Quando poi uno di questi progetti prende vita e ne perdi completamente il controllo come se fosse un virus inattaccabile che contagia tutti quelli con cui viene a contatto allora vuol dire che è successo il miracolo e una danza (macabra) è inevitabile, anche se ti trovi in un luogo pubblico e la gente ti guarda e poi si volta dall’altra parte scuotendo la testa. Del progetto virale in questione, se state leggendo queste righe, vuol dire che ne stringete in mano il primo sanguinoso parto. Bloodymilla di Barbara Baraldi (inevitabilmente contaminata dal virus) è il primo numero di una serie di graphic novel autoconclusive scritte da autori che abbiamo preso in prestito (rubati) alla narrativa, campo in cui sono già più che affermati, sia in Italia che all’estero. Barbara e le disegnatrici Elena Cesana e Roberta Ingranata (contaminate anche loro, giovani promesse del fumetto italiano, ne sentirete parlare ancora) possiamo quindi considerarle le madrine di questa collana. La casa editrice Delos Books, nella figura di Franco Forte (Contaminato! Contaminato! Contaminato!) ha creduto nel progetto e dopo una lunga e a volte delirante selezione di scrittori e disegnatori, dopo accese discussioni intervallate da divagazioni altrettanto accese, dopo che uno strano cane nero di nome Neve ha rovesciato ettolitri di latte sul portatile che conteneva tutti i nostri appunti, alla fine Bloodymilla è tra le nostre e le vostre mani. Barbara Baraldi, definita la regina del gotico italiano, artefice di romanzi di successo come Lullaby, Scarlett e Striges, ha scritto una sceneggiatura originale e avvincente, una storia popolata da incantevoli vampire e cacciatori di mostri, una favola dark in salsa di Cappa & Spada che risponde alla domanda: "Cosa sarebbe successo se Lady Oscar fosse stata scritta da Mary Shelley?" Attraversate dai fulmini scaturiti dalle matite e dai pennelli di Elena e Roberta le visioni di Barbara hanno preso vita. Andate a vedere i cavalli a pagina 24 e diteci se non avete l’impressione che stiano per uscire dalla pagina. Noi un ingrandimento di quei cavalli l’abbiamo appeso alla parete e ogni volta che passiamo da lì ci spostiamo per non essere travolti.
Ennesimo contaminato, last but not least, l’artista internazionale Marco Dominici ha confezionato l’abito di Bloodymilla realizzando per noi la splendida immagine di copertina.
Che siate burattinai crudeli o burattini danzanti, che siate damigelle assetate di sangue e allergiche al sole o cacciatori di creature demoniache, l’unica cosa certa è che state per essere contaminati.

Stefano Fantelli & Gianfranco Staltari







Bloodymilla, Barbara Baraldi (Delos Books)
Disegni di Elena Cesana e Roberta Ingranata
Copertina di Marco Dominici
A cura di Stefano Fantelli e Gianfranco Staltari

L'autunno di Montebuio




Dopo L’Estate di Montebuio, di qualche anno fa, è arrivato l’Autunno. Si torna a parlare dei misteri del Monte Buio e, ancora una volta, la penna è quella di Danilo Arona, maestro indiscusso dell’horror italiano, stavolta coadiuvato dalla giovane Micol Des Gouges.

Montebuio è un piccolo paese a novecento metri di altitudine sull’Appennino Ligure. Trentadue abitanti che si conoscono da sempre. E, per qualche motivo incomprensibile, trentadue da sempre. Una minuscola comunità, all’apparenza tranquilla.
Dopo una stranissima estate, quella del 1962, che lascia ancora dietro sé misteri non spiegati, i tre bambini protagonisti – la voce narrante Lisetta, l’irritabile Ettore e il pauroso Santino – ricominciano la vita di sempre: scuola, giochi in piazza, missioni esplorative nei dintorni di Montebuio. Ma quello che vivono non è un autunno come tutti gli altri. Perché, a partire da sabato 20 ottobre, le giornate dei ragazzini iniziano a essere scandite da terribili telegiornali, da gravi notizie provenienti dall’altra parte del pianeta, dal silenzio tetro degli adulti e da false rassicurazioni.
Il trio sente parlare di missili, di ordigni, di America, Russia e Cuba, di capitalisti e comunisti. Notizie di distruzione e di morte, minacce dello scoppio imminente di un conflitto mondiale.
Ma non è solo questo clima di paura che devono affrontare i tre amici. Cose ben più strane e terrificanti accadranno nel paese. Perché la paura, al suo picco, è in grado di materializzare i terrori del mondo. Quello esterno e quello interno.
E i missili voleranno in direzione di Montebuio. E con loro altre cose che nessuno mai dovrebbe vedere.

L'autunno di Montebuio, Danilo Arona e Micol Des Gouges (Nero Press)

Le radici del male




Le Radici del Male contiene tre lunghi raccontiGiù nel delirioSpecchi di sangue e Soluzione finale. Alda Teodorani in questa opera storica del noir italiano presenta un viaggio crudele e violento nella psiche umana, tra solitudine e delirioUn testo ultra-violento, denso di un sesso esposto e sfrenato, la parola non fa sconti a niente e a nessuno, sputa in faccia le sordide, perverse pieghe che l’uomo cerca di mantenere sotterranee, e tenta di nascondere anche ai propri occhi. Radici che ci serrano nella loro morsa, s’incuneano sempre più a fondo, anche dentro di noi, nel nostro animo. E ci trascinano giù, nel delirio Le Radici del Male è già stato pubblicato in edizione cartacea, per Granata Press nel 1993 e Addiction nel 2002. L’opera è stata ampiamente editata e aggiornata per questa nuova edizione digitale. Il libro è disponibile in formato ebook (epub. mobi) al prezzo di copertina di € 2,99, acquistabile presso l'eStore Mezzotints e sulle più importanti librerie online.

giovedì 20 giugno 2013

Zombie Paradise












Nudi e crudeli


Antonio Bruschini, Antonio Tentori
NUDI E CRUDELI, 
I MONDO MOVIES ITALIANI
Edizioni Bloodbuster, 2013

Filiazione del cinema exploitation a base di sesso e violenza, i "mondo movie" sono quei documentari-shock che colpirono e scandalizzarono l'Italia (ma anche l'America e l'Europa) a partire dagli anni Sessanta, mostrando realtà del tutto separate da quelle occidentali attraverso una serie di immagini dure e sconvolgenti: esotismo misterioso e riti violenti, magie ancestrali e nudità integrali, nature selvagge e cerimonie tribali. Contemporaneamente, in quegli stessi anni, dilagava anche il filone dei "mondo sexy" che offriva, attraverso una carrellata di spogliarelli e di esibizioni in locali notturni, la rappresentazione dell'immaginario erotico nel periodo. Si tratta di generi in cui si sono cimentati registi provenienti dai più diversi paesi e dove gli autori italiani si sono distinti per l'abilità davvero speciale. Questo libro si occupa di loro e delle loro opere perverse e maliziose, spesso disturbanti, a vari livelli ancora ricche di interesse anche per lo spettatore odierno.


Schegge




Schegge, il primo volume antologico a fumetti di Gianfranco Staltari (giornalista e curatore di Horror Magazine), viene pubblicato finalmente in formato ebook da Sbam! Book in un volume che raccoglie 14 storie a fumetti (quattro in più rispetto all’edizione cartacea pubblicata da E.F Edizioni) che spaziano dall’horror al thriller, dalla fantascienza al noir,e disegnate da altrettanti disegnatori emergenti nel mondo del fumetto italiano e internazionale. 


Così scrive nella sua introduzione Andrea Cavaletto (sceneggiatore, tra gli altri di Dylan Dog e Martin Mystére):  

“Schegge di orrore. Schegge di mondi popolati di zombi e vampiri e mostri fantastici che convivono in luoghi e tempi diversi, ma che sono comunque figli dello stesso Caos Primordiale da cui tutto ha origine, da cui ogni storia nasce.
Le Schegge di Gianfranco graffiano, lacerano, fanno male, mettono a nudo ciò che c’è sotto la superficie, a volte fanno sgorgare sangue. Eppure sono intrise di una sottile ironia, di un umorismo nero che fa bene e diverte, che anestetizza il cuore e la mente, facendoci evadere brevemente dai veri orrori della vita.
E allora forza, lasciatevi graffiare anche voi da queste Schegge, e non abbiate paura del sangue.
Perché nel sangue c’è un intero universo che pulsa...".


Ecco gli autori coinvolti: Stefano Fantelli (co— sceneggiatore nella storia Zombie For President), Valerio Nizi (Il viaggio), Michele Arcangeli (Dopo la pioggia e Vermi), Paolo Massagli (Un giorno dopo l’altro), Luigi Criscuolo (Fino all’ultimo vampiro), Giovanni Timpano (Fan numero ino), Veronica Baeli (La memoria dell’acqua, Chi ucciderà la bestia cattiva?), Ilaria Tomasi (The final cut), Onofrio Cirillo (Zombie for President), Cristian Sbattentini (Sosta), Dario Viotti (Happiness is a warm gun), Marco Zorzan (The other side) ed Elena Cesana (Festa di carnevale).


La copertina è opera di Dario Viotti (disegni) e Marco Dominici (colori), la postfazione di Barbara Baraldi.


Il volume è disponibile sull’ eStore di Sbam! Book e sulla maggior parte delle librerie on line.


Schegge, Gianfranco Staltari (Sbam! Book), 124 pagg, € 6,05